“CittadinI per la ScienzA” (CISA) è un progetto finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento nell’ambito del bando “I comunicatori STAR della scienza“, che ha conferito quattro borse destinate a giovani ricercatori e ricercatrici per lo svolgimento di un progetto triennale a livello post-dottorato nel settore della comunicazione pubblica della scienza, in quattro enti di ricerca della provincia trentina: Università di Trento, Fondazione Edmund Mach, Fondazione Bruno Kessler e MUSE-Museo delle scienze. CISA è il progetto della Fondazione Kessler: dopo un anno preparatorio, entrerà nel vivo nell’autunno 2018, per concludersi nell’estate 2020.

L’obiettivo del progetto è creare un ponte tra i ricercatori della Fondazione Bruno Kessler, i cittadini della comunità locale trentina e il mondo della scuola, muovendosi in due direzioni distinte, ma complementari. Da un lato, si amplierà l’attività di divulgazione e comunicazione già portata avanti all’interno di FBK, sperimentando linguaggi di comunicazione della scienza non ancora esplorati. Tra le attività previste, un ciclo di conferenze che vedrà protagonisti divulgatori e scienziati di fama nazionale, mostre fotografiche e artistiche che racconteranno FBK e i suoi protagonisti, interviste radiofoniche con i ricercatori di FBK e il racconto della scienza attraverso il linguaggio teatrale.

Dall’altro, si proporrà un approccio ancora più interattivo e partecipativo, offrendo ai cittadini trentini e agli studenti delle scuole superiori l’opportunità di diventare attori protagonisti della ricerca grazie a un innovativo progetto di alternanza scuola-lavoro, chiamato “La bottega della scienza”. L’iniziativa consentirà a gruppi di cittadini (per esempio organizzazioni no-profit, associazioni di residenti, gruppi sociali, consumatori, ma anche singoli individui) di avanzare richieste e proporre idee, basate su specifiche necessità, che si possano tradurre in progetti di ricerca concreti: le idee migliori si trasformeranno in piccoli progetti che saranno realizzati da ragazzi delle scuole superiori.

Infine, il progetto “Cittadini per la scienza” contribuirà alle attività comuni del sistema STAR (Sistema Trentino Alta Formazione e Ricerca), che include la Fondazione Mach, il MUSE e l’Università di Trento. Tra queste, le edizioni 2018 e 2019 della “Notte dei ricercatori”, il supporto alle attività del nuovo planetario “Muse H2O” e il ciclo di aperitivi scientifici “Scienza a ore sei”, già sperimentato con successo nella primavera del 2018.